Il “muro” della Parrocchia di S. Alfonso

Il territorio della Parrocchia Sant’Alfonso, prima della costruzione della chiesa, era sottoposto alla cura pastorale dei sacerdoti di Pozzo Strada. La Fondazione della nuova chiesa è dovuta alla concomitanza di due fattori, il primo coincidente con la volontà della popolazione di un borgo di riconoscersi in una comunità, il secondo è rappresentato dalla volontà di un uomo, il Teologo Domenico Bongioanni, allievo di don Bosco, che seppe raccogliere intorno al progetto tutte le energie disponibili impegnandosi soprattutto in prima persona. In uno scritto olografo non datato si rivela per la prima volta l’esigenza da parte degli abitanti del borgo di avere una propria parrocchia: il Teologo decise di investire i suoi risparmi per l’acquisto di un terreno adatto per la chiesa e diede inizio all’opera, dopo aver ricevuto la risposta di Mons. Riccardi, nuovo Arcivescovo di Torino. La realizzazione del progetto fu affidata all’ing. Giuseppe Gallo che propose per la nuova costruzione uno stile Neobarocco, preferendolo al Neogotico, tipico di molte costruzioni dell’epoca. Nella chiesa di Sant’Alfonso si trovano reinterpretate e reinventate soluzioni stilistiche dell’architettura piemontese del ’600 e del ’700. Il preventivo dell’opera fu di circa 280.000 lire, un’enormità se si pensa che una famiglia media poteva sopravvivere con 60/70 lire al mese. Nonostante tutto la chiesa viene ultimata in soli tre anni dalla posa della prima pietra, e l’impresa venne compiuta nel mezzo della grave crisi economica che infliggeva l’Italia sotto il governo Crispi. Il 26 novembre 1899 la chiesa venne ufficialmente aperta al culto alla presenza dell’Arcivescovo, mons. Agostino Richelmy.

http://www.moviesport.net/santalfonsodeliguori/

parrocchia s. alfonso 1902

La Parrocchia in una cartolina del 1902

Oggi la Parrocchia è guidata da Don Davide Chiaussa, e offre tramite l’oratorio (http://www.2000anni.org/agenda/oratorio/home1.php) diverse attività alla comunità. Dal 2011 ospita un presepe artistico che è ormai alla sua terza edizione (http://parrocchie.diocesi.torino.it/parr048/presepeartistico/index.html)

http://parrocchie.diocesi.torino.it/parr048/home1.php

da430af3444f44fcafb95f2920e5975e-1

La Chiesa di S. Alfonso oggi

muro cso tassoni 1

muro cso tassoni a

Il muro del Circolo Ricreativo Parrocchiale su Corso Tassoni

Il MAU ha deciso di realizzare un’opera murale con tema l’affettività sopra il muro adiacente la Parrocchia di S.Alfonso de Liguori, corrispondente al Circolo Ricreativo parrocchiale in Corso Tassoni inTorino.

Il progetto verrà presentato presso il Circolo Ricreativo parrocchiale in concomitanza con l’annuale Festa dell’Uva di Borgo Campidoglio Vecchio (http://youtu.be/8hsMz2jlzjw ), in attesa di capire in quali termini e in che tempi è realizzabile, grazie anche al contributo della OIKOS (http://www.oikos-paint.com/), sponsor storico del MAU, che donerà il fondo in muratura e i colori per la realizzazione dell’opera.

Per la sua riqualificazione sono stati invitati gli artisti Andrea Casillo (Kasy23), Emanuele Mannisi (Orma il Viandante), Maria Bruno (SisterFlash).

simulazionedecorazione

Lo stesso muro in una simulazione dell’Arch. Giovanni Sanna utilizzando un’opera di Emanuele Mannisi (Orma il Viandante)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...