Categoria: Senza categoria

Il MAU al Salone off 2016: libri e visite guidate GIOVEDì 12 MAGGIO

GIOVEDì 12 MAGGIO

 

Edoardo Di Mauro presenta Amori Urbani di Massimo Battaglio

giovedì 12 maggio,
ore 18:00
Sede MAU Museo d’Arte Urbana
a cura di

WLM Edizioni

partecipanti

Massimo Battaglio
Edoardo Di Mauro

Prima della presentazione, alle ore 16.00, partenza dal sagrato della Chiesa di San Alfonso, corso Tassoni ang. via Cibrario, l’artista Vito Navolio illustra le opere del Museo d’Arte Urbana. Partecipazione gratuita. Al termine della presentazione del libro aperitivo offerto dal MAU

 

http://www.salonelibro.it/it/?option=com_content&view=article&id=16012%3Aedoardo-di-mauro-presenta-amori-urbani-di-massimo-battaglio-12653&catid=286%3A2016&Itemid=143

 

VISITA CON ARTISTA: Vito Navolio

 

Scoprire il MAU attraverso gli occhi di un artista che ne è parte

“Mi chiamo Vito Navolio, non uso nickname perchè non faccio lavori illegali, quindi non ne ho bisogno, e poi mi piace essere conosciuto con il mio nome. Circa cinque anni fa ho iniziato a fare street art. Nel momento in cui, girando per la città, ho visto quello che era il degrado, mi sono immaginato di poter fare qualcosa.”

http://www.streetart.prixitalia.rai.it/page.aspx?cat=92

426170_2737688640466_2107987996_n

Annunci

Il MAU al Salone off 2016: libri e visite guidate SABATO 14 MAGGIO

SABATO 14 MAGGIO

Edoardo Di Mauro e Marco Lavagetto presentano
2001 : il Complotto di Tirana. Storia della più grande beffa artistica di inizio millennio di Francesca Bulian

sabato 14 maggio,
ore 18:00
Sede MAU Museo d’Arte Urbana
a cura di

Chinaski Edizioni

partecipanti

Francesca Bulian
Edoardo Di Mauro
Marco Lavagetto

Prima della presentazione, alle ore 15.00, partenza dal sagrato della Chiesa di San Alfonso, corso Tassoni ang. via Cibrario, visita guidata al Museo d’Arte Urbana con il Direttore Artistico Edoardo Di Mauro e l’Associazione Volonwrite sul percorso per persone con ridotta capacità motoria. Partecipazione gratuita. Al termine della presentazione del libro aperitivo offerto dal MAU

 

http://www.salonelibro.it/it/?option=com_content&view=article&id=16028%3Aedoardo-di-mauro-e-marco-lavagetto-presentano-12666&catid=286%3A2016&Itemid=143

 

VISITA CON VOLONWRITE

 

Una nuova visita GRATUITA e ACCESSIBILE al Museo d’Arte Urbana.
Per info e prenotazioni scrivi a: volonwrite@libero.it

La visita sarà resa possibile da un attento studio del percorso effettuato dai volontari con disabilità diversificate per verificarne la durata adeguata, l’accessibilità ai bagni pubblici e alla visione del Museo.

Per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione entro martedì 10 maggio tramite l’email volonwrite@libero.it; in caso di persone con disabilità prive di accompagnatori Volonwrite è disponibile al supporto logistico.

La visita è a cura del MAU ed è totalmente gratuita, mentre è gradita un’offerta libera all’Associazione Volonwrite che si occupa delle questioni logistiche e organizzative.

 

https://www.facebook.com/events/969985919716180/

 

13010751_1064993670226117_4051038305552810687_n

Leggi = immagina una città 2016

 

REGOLAMENTO

Il concorso fotografico “Leggi = immagina una città” è promosso dal Museo di Arte Urbana (MAU) in collaborazione con l’Associazione Tribù del Badnightcafé, la galleria Campidoglio e la collaborazione delle Biblioteche Civiche Torinesi e del circuito delle Biblioteche facenti capo allo SBAM Area Metropolitana Torinese.

L’edizione 2016 del Concorso è divisa in due sezioni, una collettiva e una individuale.
Gli Autori potranno partecipare indifferentemente ad una delle due o ad entrambe.

La partecipazione alle sezioni del concorso è totalmente gratuita .

Tema del concorso della sezione collettiva
La città come macrocosmo individuale e collettivo, le biblioteche e i luoghi di arte e cultura in senso più allargato come sorgenti di stimolo, riflessione, ricerca, critica.
Le Biblioteche, custodi nel tempo delle testimonianze espresse nei vari linguaggi della comunicazione, come ricettori e trasmettitori di cultura e di arte.
Abbiamo voluto trarre spunto, per l’edizione di quest’anno, da un passo del romanzo “Il Pendolo di Focault” di Umberto Eco, come migliore stimolo per la ricerca collegata al Concorso:

“…Qualsiasi dato diventa importante se è connesso a un altro. La connessione cambia la prospettiva. Induce a pensare che ogni parvenza del mondo, ogni voce, ogni parola scritta o detta non abbia il senso che appare, ma ci parli di un Segreto. Il criterio è semplice: sospettare, sospettare sempre. Si può leggere in trasparenza anche un cartello di senso vietato…”.

La città, diventa quindi sorgente e miniera di impressioni, visuali in questo caso, che verranno rilanciate attraverso i luoghi di cultura per eccellenza, diffusi sul territorio, le Biblioteche Civiche.

Ai partecipanti viene richiesto, quindi, di decodificare quei segnali che la città trasmette, attraverso la molteplicità di linguaggi che la attraversano: quelli sociali, artistici, architettonici.

Ai partecipanti, chiediamo, quindi, di cambiare la propria prospettiva, attraverso l’immagine visuale, e di proporne le loro personali interpretazioni.

La ricerca attraverso la strada e la lettura degli elementi presenti nel Borgo Campidoglio, per fare un esempio, dove la preservazione di antiche storie di vita urbana si mescola col quotidiano presente e con le declinazioni artistiche del contemporaneo, rappresentano il punto di partenza per una più ampia discussione su ruoli e presenze nella città di oggi.

Tema del concorso sezione personale

Prendendo spunto dalla resa disponibilità al pubblico dei documenti e diari di Emanuele Artom (http://digital-library.cdec.it/…/IT-CDE…/emanuele-artom.html), la tematica da interpretare, attraverso una chiave di lettura sulla vita, opere e significato dell’attività di Emanuele Artom, e più in generale l’importanza della memoria storica attraverso i documenti resi disponibili nel tempo.
Il tema quindi è la Storia, nel suo senso più lato, ricostruita e interpretata attraverso le suggestioni e le testimonianze rese dai documenti, qualsiasi tipo di documento, che l’osservatore in un qualsiasi momento storico si ritrova a maneggiare e interpretare: la Storia assume quindi una veste che è cucita da chi la interpreta, così come avviene nella Fotografia, dove il Fotografo interpreta attraverso il proprio scatto la scena, la realtà che ha in quel momento di fronte.
Nella sezione personale del concorso entreranno quindi quei progetti fotografici in cui l’Autore propone una sua versione di una storia, sia essa personale, sociale, politica, architettonica, artistica, eventualmente anche con elementi di testo che aiutino il pubblico nella comprensione del narrato per immagini.
La selezione del progetto vincitore avverrà attraverso la costituzione di un comitato artistico.
Si prevede una forma di pubblicità, al momento non ancora definita, per i restanti progetti presentati e non selezionati.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Sezione collettiva
I concorrenti potranno partecipare inviando un massimo di n.3 (tre) immagini attraverso la pagina Facebook:

Leggi=immagina una città ( https://www.facebook.com/leggiimmaginaunacitta/ ),

indicando per ogni singola immagine
‘nome_cognome, titolo’ e tag
‪#‎leggiimmaginaunacitta‬.

Le foto vincitrici saranno stampate a cura del MAU e veicolate attraverso un ciclo di mostre nelle Biblioteche Civiche di Torino e quelle afferenti al circuito SBAM.

Le fotografie saranno valutate con un criterio misto: da una Commissione esaminatrice che selezionerà i lavori in base alla qualità (50% del punteggio), gradimento del pubblico espresso sulla pagina Facebook (50% del punteggio).
Il giudizio della Commissione sarà insindacabile.

Le fotografie potranno essere realizzate con qualsiasi tecnica ed elaborazione successiva, edite o inedite.
Con l’invio delle immagini, e loro conseguente pubblicazione su Facebook, l’Autore si assume la totale responsabilità circa la proprietà e titolarità delle immagini, le eventuali liberatorie necessarie, le responsabilità civili e penali eventualmente legate al contenuto delle stesse, sollevando totalmente l’Organizzatore e i soggetti patrocinanti o che collaborano col concorso da qualsiasi tipo di responsabilità diretta o indiretta.

Sezione personale
I concorrenti potranno partecipare inviando un progetto fotografico sotto forma di immagini a bassa risoluzione (800kb max caduna) all’indirizzo di posta elettronica

photout2016@gmail.com

indicando
nome_cognome autore
titolo progetto
descrizione progetto
consenso sull’utilizzo dei dati personali

Le fotografie di entrambe le sezioni potranno essere realizzate con qualsiasi tecnica ed elaborazione successiva, edite o inedite.
Con l’invio delle immagini, e la conseguente partecipazione al concorso, l’Autore si assume la totale responsabilità circa la proprietà e titolarità delle immagini, le eventuali liberatorie necessarie, le responsabilità civili e penali eventualmente legate al contenuto delle stesse, sollevando totalmente l’Organizzatore e i soggetti patrocinanti o che collaborano col concorso da qualsiasi tipo di responsabilità diretta o indiretta.

I progetti fotografici ricevuti saranno valutati da una Commissione esaminatrice che selezionerà i lavori in base alla qualità fotografica del lavoro, all’originalità, alla chiarezza dell’idea e all’accuratezza nella presentazione. La Commissione si riunirà entro il mese di luglio 2016.
Il/I vincitore/i saranno avvisati tempestivamente.
Il giudizio della Commissione sarà insindacabile.
La Commissione si riserva la facoltà di non assegnare il premio, qualora i progetti presentati non vengano ritenuti di qualità adeguata.

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Sezione collettiva:
Potranno essere inviate fotografie fino alle ore 24.00 del 30 Luglio 2016.
Oltre tale termine le fotografie inviate non saranno più rese visibili e accettate ai fini del concorso.

Sezione personale:
Entro le ore 24.00 del 30 Luglio 2016.
Oltre tale termine le fotografie inviate non saranno più accettate ai fini del concorso.

RESPONSABILITÀ
Il/la fotografo/a partecipante con l’adesione al concorso si impegna a leggere attentamente il presente documento e ad accettarlo in tutti i suoi punti.
Gli organizzatori del concorso avranno diritto di decisione finale su tutto quanto non specificato nel presente bando.
I partecipanti alla selezione, inoltre, si fanno garanti dell’originalità dei loro lavori e aderendo al presente concorso accettano implicitamente le norme indicate.
Qualora nelle fotografie compaiano persone riconoscibili, è necessario inviare l’autorizzazione alla pubblicazione della foto della persona ripresa, altrimenti la fotografia sarà automaticamente esclusa.
Il materiale inviato non verrà restituito.
Tutti i diritti relativi alle immagini inviate rimarranno di proprietà dei
partecipanti.
Gli organizzatori del concorso potranno disporre delle foto inviate per fini relativi alle proprie attività non lucrative e si riservano il diritto di riprodurre le immagini per finalità promozionali.
La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente regolamento.

PRIVACY
Tutti i dati forniti verranno trattati nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente in materia di privacy, ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003, per le sole finalità istituzionali e amministrative del Museo Arte Urbana.

PREMI
Sezione collettiva:

I vincitori parteciperanno al ciclo di mostre organizzate dal MAU all’interno del Circuito delle Biblioteche Civiche Torinesi e a quelle dello SBAM.
I costi di stampa delle foto da esporre saranno a carico del MAU.
Ai vincitori verrà richiesto di inviare i files originali delle foto selezionate, per la stampa in alta qualità.

Sezione personale:

Al vincitore della sezione personale verrà offerta la possibilità di esporre gratuitamente il proprio progetto con una mostra personale in un tour costituito da:

Una Biblioteca Civica torinese
Una mostra PHOT’OUT
Galleria del MAU in Borgo Campidoglio, Torino

I costi di stampa sono a carico del vincitore, gli allestimenti a cura del vincitore stesso.
Al termine delle tre mostre le foto e i materiali resi disponibili verranno tutti restituiti al proprietario.

INFORMAZIONI
Per informazioni ed eventuali chiarimenti sul bando e sulle modalità di presentazione è possibile rivolgersi a:
Daniele D’Antonio

photout2016@gmail.com

mobile:348 4500461

https://www.facebook.com/leggiimmaginaunacitta/posts/1739912689589388:0

http://www.museoarteurbana.it/leggi-immagina-una-citta-2016/

 

Nuova Officina Torinese #1: sabato 7 maggio 2016

Sabato 7 maggio 2016, dalle 19.00 alle 23.00. presso la sede espositiva del Museo d’Arte Urbana, via Rocciamelone 7 c Torino, si terrà il secondo appuntamento, dopo il numero zero, di Nuova Officina Torinese, progetto critico di Edoardo Di Mauro alla ricerca della creatività emergente.

Espongono : Paola Di Salvo, Mohammad Forouzandeh, Sara Gioda, Mars Tara, Chiara Ventrella
Fino al 27 maggio, dal mercoledì al venerdi ore 17.00-19.00 o su appuntamento
Sempre il 7 maggio si svolgerà, dalle 19.00 alle 23.00, una serata bianca di via Rocciamelone e via Netro, con locali e gallerie aperte in contemporanea, dal titolo “Campidoglio Arts & Crafts By Night”
Sponsor istituzionali : Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT
Patrocinio : Accademia Albertina di Belle Arti
Partner : Officine Brand www.officinebrand.it
Info : 335 6398351 info@museoarteurbana.it www.museoarteurbana.it

Campidoglio Arts & Crafts

https://www.facebook.com/events/116242062114140/

In occasione della Serata Bianca di sabato 7 maggio, in zona Campidoglio, a Torino,
COMIXANDO Art Area presenta la nuova collezione di tele per l’interior design “MAFALDA”.
Protagonista un fenomeno mondiale del fumetto: la bimba ribelle e contestatrice, disegnata dall’argentino “Quino”,
un’esclusiva COMIXANDO (in edizione limitata – 77 esemplari/soggetto).

Sabato 7 maggio, dalle ore 19 alle ore 23, c/o Comixando Art Area, via Rocciamelone 12 – Torino –
www.comixando.it – 011/7935508

13062035_957942774321277_724223668473507792_n

Sede espositiva MAU Museo d’Arte Urbana via Rocciamelone 7 c :

Collettiva “Nuova Officina Torinese # uno”
Opere di Paola Di Salvo, Mohammad Forouzandeh, Sara Gioda, Mars Tara, Chiara Ventrella
a cura di Edoardo Di Mauro

Atelier Matteo Ceccarelli via Rocciamelone 7 :
“Solo show”

Studio Architettura Alberto Garino via Rocciamelone 1 :
Opere di Paola Bisio, Roberta Toscano, Luj Vacchino

Peperosso via Netro 22
“Si mangia, si beve, si gioca”

DOMENICA 8 MAGGIO

Domenica 8 maggio, Festa di Primavera  e Festa della Mamma in via Fabrizi e Corso Svizzera, organizzato da Federvie e Centro Commerciale Artigianale Naturale Campidoglio.

Negozi aperti e via pedonale dalle 9 alle 19, con bancarelle di prodotti tipici, artigiani, giostre, animazioni e truccabimbi!
Circo per bambini e giro sui poni grazie all’associazione “Terra dei Cavalli”.
Visite guidate al Museo di Arte Urbana (partenza ore 15:00 dal Sagrato della Parrocchia di Sant’Alfonso) e al Rifugio Antiaereo di Piazza Risorgimento (ore 16:00 costo visita euro 4. A cura del Museo Diffuso della Resistenza)
13092003_1183534431686817_8402496693462240446_n

 

Museo di Arte Urbana MAU: un museo per tutti, con percorsi adatti a tutti

Lo spot di Andrea Puma​ di Associazione Volonwrite​ per MAU:

un museo per tutti, con percorsi adatti a tutti!

Abbiamo chiesto a Volonwrite di studiare un percorso migliore entro il MAU – Museo di Arte Urbana​ per i disabili motori.

Per informazioni sulle visite:

info@museoarteurbana.it
volonwrite@libero.it (c.a. Vittoria Augusta Trussoni​)

Visite guidate @MAU maggio: Street Art Tour 24 maggio 2015

Il prossimo SAT – Street Art Tour Torino si terrà domenica 24 maggio e sarà in bicicletta: Bike Tour. Una pedalata urbana per conoscere tecniche e storie dietro alle opere che colorano la città, il giro includerà il MAU (Museo di Art Urbana www.museoarteurbana.it) Parco Dora e Borgata Tesso.

La partenza dello Street Art Tour  del 24 maggio 2015 sarà alle 16.30 da Piazza Statuto. Ritrovo intorno alle 16.10/16.15. Il tour durerà circa 2/2.30h. L’adesione sarà ad offerta libera.

Per chi desidera trascorrere un pomeriggio diverso dal solito e scoprire degli scorci di Torino mai visti può riservare un posticino scrivendo una mail a streetartourtorino@gmail.com specificando Nome, Cognome, Telefono.

Per informazioni è possibile chiamare il n. 3463162513.

Il MAU, Museo di Arte Urbana in Borgo Vecchio Campidoglio sostiene Street Art Tour.

All’arrivo in Borgo Campidoglio ci sarà una guida MAU che racconterà la storia del Borgo e delle opere.


Street Art Tour

Ti sei mai chiesto chi ha realizzato i grandi murales che colorano la città di Torino?


Seguendo la scia delle capitali europee anche a Torino nasce lo Street Art Tour: una passeggiata in città per conoscere il mondo della street-art e del muralismo contemporaneo.

Gli Street Art Tour sono oramai una esperienza diffusa nelle più grandi città del mondo, da Berlino a New York, da Parigi a Lisbona la voglia di saperne di più sugli street-artists è costantemente in crescita.

Street Art Tour è un’iniziativa spontanea e volontaria ideata dall’associazione Il Cerchio E Le Gocce, la quale, dal 2001, opera sul territorio a favore delle culture underground, della street-art e del graffiti-writing.

L’intento del progetto è di raccontare l’evoluzione delle opere di strada e la storia degli artisti che le hanno realizzate; si tratta quindi di un giro ludico, tenuto da esperti di arte di strada, rivolto sia agli amanti, sia ai neofiti del muralismo.

Lo Street Art Tour si effettua tradizionalmente a piedi ma per gli amanti delle due ruote si organizzano anche uscite in bici, i Bike Tour.

MAU, Museo di Arte Urbana in Borgo Vecchio Campidoglio a Torino: un Museo sempre aperto

10983363_10153286017993711_7613813126872210397_n

http://www.contemporarytorinopiemonte.it/ita/News/16-maggio-Notte-Europea-dei-Musei

Il MAU Museo di Arte Urbana contemporanea è un insediamento permanente all’aperto sito in Borgo Vecchio Campidoglio a Torino, un quartiere operaio di fine 1800 che ha pressochè mantenuta intatta la sua struttura a reticolo, collocato tra Corso Tassoni, Via Nicola Fabrizi, Via Cibrario e Corso Svizzera. Ad oggi le opere realizzate dal 1995 sulle pareti delle palazzine del Borgo, tra grandi murales, finestre cieche e la quadreria della “Galleria Campidoglio” (www.galleriacampidoglio.it/galleriacampidoglio.html) sono 140.

https://www.youtube.com/watch?v=c1f8ptgHxa0

https://www.youtube.com/watch?v=elSNppyQ-T0

Per aggiornasi sulle iniziative di MAU e HulaHoopGallery in Via Rocciamelone 7:

http://www.museoarteurbana.it

https://www.facebook.com/HulaHoopGalleryTorino

Per la sua particolare natura, il Museo è visitabile autonomamente tutto l’anno, ed è un percorso privilegiato per scoprire un angolo di Torino inusuale. Per le visite serali e notturne si consiglia l’uso di una torcia, dato che le opere non sono ancora tutte illuminate. Il MAU ha aderito all’iniziativa Notte Europea dei Musei il 17 maggio 2014.

Nel 2015 la Notte Europea dei Musei sarà il 16 maggio.

Nella pedonale Via Rocciamelone (http://www.museoarteurbana.it/via-rocciamelone-torino-via-pedonale/) sono presenti due ristoranti:

Osteria Il Torchio   https://www.facebook.com/pages/Osteria-il-Torchio/322424744602876?fref=ts

Ristorante Al Campidoglio https://www.facebook.com/pages/Ristorante-Al-Campidoglio-Torino/440496796030427?fref=ts e su Piazza Moncenisio l’Irish Pub Oscar Wilde e il ristorante caffè musicale Il Magazzino di Gilgamesh (https://www.facebook.com/ilmagazzino.digilgamesh?fref=ts).

Molti altri locali e vinerie sono presenti in tutto il Borgo. La visita guidata al  MAU dura circa un’ora e 45 minuti, è gratuita e prenotabile tramite abbonamento musei.

Qui è scaricabile la pianta aggiornata al 2010:www.museoarteurbana.it/pianta-delle-opere-del-mau-aggiornata-al-2010/

e al 2015: www.museoarteurbana.it/en/pianta-mau-e-galleria-campidoglio-aggiornata-al-2015/